OPERA – 9

in collaborazione con

Teatro Massimo di Palermo

Iole Severi Silvestrini, medico e scrittrice

 Dopo Opera baby-non si è mai troppo piccoli per l’opera, progetto del Teatro Sociale di Como – AsLiCo per avvicinare i bimbi 0-36 mesi all’opera e alla musica, arriva Opera -9, in attesa ti racconto.

 Un progetto interamente dedicato alle mamme in dolce attesa, dal quinto all’ottavo mese di gravidanza, ai papà e ai loro bambini.

 Ricerche scientifiche hanno dimostrato che il feto inizia a percepire i suoni dal terzo trimestre della gravidanza e se dopo la nascita gli viene riproposta una canzone o un brano strumentale che aveva ascoltato durante la gestazione, questo può avere su di lui degli effetti di rilassamento, modifica la frequenza del battito cardiaco e delle rigidità corporee. Inoltre, la voce materna e paterna creano, durante la gestazione, un primo legame sonoro con il bimbo, un’ impronta per la sua identità vocale, una relazione sonora che proseguirà dopo la nascita.

 

Teatro Sociale di Como – AsLiCo sono lieti di invitare le Mamme e i Papà a Opera -9, in attesa ti racconto:

2 incontri presso l’Ospedale sant’Anna di Como tenuti dalle ostetriche e da Elisa Torri, cantante, educatrice musicale infantile e operatrice in canto prenatale. Gli incontri avranno una durata di 90 minuti durante i quali verranno spiegati i benefici del canto e dell’ascolto della musica durante la gravidanza. Verranno proposte attività di rilassamento, di respirazione e di vocalizzazioni; Un viaggio musicale alla scoperta della propria voce, un legame, una culla sonora per la famiglia.

Scarica qui il progetto

E dopo il grande arrivo?

TUTTI A TEATRO!

Aspettiamo tutta la famiglia allo spettacolo di Opera Baby( 0-36 mesi) che si terrà nel mese di marzo 2017 presso il Teatro Sociale di Como. L’opera non ha confini…!

Obiettivi del progetto

a cura di Elisa Torri

  • Aiutare a vivere serenamente il tempo dell’attesa e a sviluppare una migliore comunicazione con il bambino prima e dopo la nascita
  • Offrire alla donna in gravidanza, attraverso il lavoro sul canto, la respirazione e la postura, un utile e notevole conforto riducendo lo stress e favorendo l’avvio di una relazione basata sul benessere della madre e del bambino
  • Esplorare ed esprimere la propria identità sonora, avere conoscenza e fiducia nella propria voce sperimentando un nuovo modo di percepire, di ascoltare e interagire attraverso la voce stessa e la musica
  • Favorire la ricerca soggettiva delle armoniche che donano benessere ascoltando e valutando i suoni che fanno sentire in armonia e quelli che invece disturbano
  • Promuovere il BONDING (legame affettivo) attraverso la musica, un’ esperienza fisica, emozionale, ormonale, di relazione di accudimento tra madre, padre e bambino che inizierà nel periodo

pre-natale per consolidarsi alla nascita fino al primo anno di vita

  • Proporre alle mamme semplici esercizi di rilassamento, di conoscenza corporea, respirazione ed espressione vocale da poter riportare in modo autonomo a casa e in famiglia

LA SCIENZA RISPONDE

E’ vero che?

  • Il feto inizia a percepire i suoni dal terzo trimestre della gravidanza e se dopo la nascita gli viene riproposta una canzone o brano strumentale che aveva ascoltato durante la gestazione, questo può avere su di lui degli effetti di rilassamento, modificare la frequenza del battito cardiaco e delle rigidità corporee?
  • Il mondo sonoro intrauterino è un bagno di suoni: rumori intestinali respiratori, voci esterne e rumori ambientali filtrati dal liquido amniotico e scanditi dal battito cardiaco e dalla voce della madre?
  • Attraverso l’ascolto di musica e attraverso il canto vengono secreti ormoni come la dopamina e l’endorfina che rinforzano il sistema immunitario, aiutano a combattere lo stress nei bambini prematuri

e diminuiscono la percezione del dolore durante il parto?

 

Elisa Torri

Laureata in Didattica della musica e dello strumento presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Specializzata in Pedagogia Musicale presso la scuola Arpa Magica di Milano. Diplomata in canto moderno presso il Centro Professione Musica di Milano. Operatrice in canto prenatale presso il “Laboratorio dell’arte e dello spettacolo” di Verona. Dal 2004 al 2005 studia canto lirico con il Soprano Floriana Cavalli e successivamente presso il Conservatorio “G. Donizetti” di Bergamo e il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara. Nel 2010 frequenta il corso per Operatori di laboratori musicali presso l’Accademia Teatro alla Scala. Significative in questi anni le esperienze svolte negli asili nido e nelle scuole materne con progetti di educazione e sviluppo alla musicalità, attività musicali con gruppi di genitori e bambini dagli zero ai cinque anni, le collaborazioni in progetti musicali dedicati alle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado e nelle scuole di musica in veste di insegnante di canto e di propedeutica musicale. Dal 2014 fa parte del corpo docenti di Opera Education ed in particolare dal 2015 è la docente di riferimento per il progetto Opera Kids.