La didattica

Con Violaine Fournier, le insegnanti eseguono il canto Dal deserto al mar

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
 

Scaricate qui lo spartito del canto Dal deserto al mar

Ascoltate il canto Dal deserto al mar

 

CONTRIBUTI DIDATTICI

METTERO’ IN SCENA UNA FAVOLA, di Federica Falasconi – ideatrice musicale di Opera baby 2016

La partenza ha il sapore della sfida: Turandot per neonati.
Come portare un’opera dagli effetti coloristici violenti, caratterizzata da un gran numero di strumenti in buca e in scena, da un’imponente uso delle masse e dall’utilizzo massiccio di percussioni a bambini piccolissimi e, di certo, non massicci?
La risposta, anzi, le risposte arrivano concedendosi al capolavoro pucciniano con uno sguardo rinnovato dalla curiosità. Si parte così nel 1762 con le  parole di Gozzi, autore di  quella Turandotte che ispirò successivamente Puccini: ”Metterò in scena una favola, una di quelle storie che i nonni e le balie raccontano ai bambini nelle notti d’inverno accanto al fuoco”.  Si  scopre poi che l’opera viene attraversata più volte da melodie cinesi provenienti da un carillon in possesso di un amico – che il Maestro porterà poi con nuove sonorità orchestrali a imponenti cori – semplici, disarmanti, limpide. Tra queste la più importante è un tema affidato al coro di voci bianche: una melodia intitolata originariamente Fiore di gelsomino e che ricorre più volte rappresentando la infantile e incontaminata bellezza di Turandot.  E ancora: nel tentativo di raccontare l’oriente,  in Turandot abbondano esempi di scale pentatoniche, spesso alla base delle prime esperienze sonore del bambino, dalle ninne-nanne alle filastrocche e sulla cui universalità si sono espressi molti studiosi. Alle tre maschere Ping, Pong e Pang , i tre ministri del regno, i cambi di accento e i metri irregolari, la melodia dall’andamento meccanico,  imprimono carattere marionettistico.
Partendo proprio da quel Fiore di Gelsomino, melodia che attraversa anche il nostro progetto, il nostro viaggio ci ha portato a pensare che troppe fossero le idee per non costruirci attorno un momento di ascolto e condivisione teatrale, un giardino in cui giocare insieme e liberamente con un’opera unica e straordinaria.

GLI ANIMALI DELLO ZODIACO CINESE

Gli animali dello zodiaco cinese sono sempre rappresentati col colore rosso e durante Nessun dorma! Briciole di Turandot avrete modo di conoscerli uno a uno.
Per prepararvi al meglio allo spettacolo stampate e colorate insieme ai vostri bambini il dragone, la scimmia, il serpente e tutti gli altri animali del calendario cinese…

buebn bue

cane bn cane

capra bn capra

cavallo bn cavallo

coniglio bn coniglio

dragone bn dragone

ASCOLTI CONSIGLIATI

Di seguito una lista di ascolti consigliati da Cecilia Pizzorno: pensate anche al vostro repertorio musicale cercando di variarlo il più possibile ogni settimana!

W.A. MOZART, Dodici variazioni sul tema “Ah, vous dirai-je, maman” K265

J. BRAHMS WIEGENLIED, op. 49 n. 4 Guten Abend, gute Nacht

P. JAROUSSKY/L. GALEAZZI, Ninna nanna sopra la romanesca

Twinkle twinkle, little star